Bild: Sentiero_3752

Società Samaritani Airolo

Cenni storici

 

"Pioniere dell'attività samaritana nel nostro borgo, fu il dr. Cornelio Tognola di Grono. Egli era il medico della piazza d'armi annessa alle fortificazioni del San Gottardo e un convinto sostenitore della necessità di un'istruzione sanitaria per primi soccorsi in caso di infortunio. Allora entravano in considerazione gli incidenti sul lavoro e in montagna essendo ancora inesistene il traffico motorizzato.

Il dr. Tognola esponeva sovente la sua idea al ristorante Rossi (ora bar Simmen) ritrovo preferito dagli ufficiali in servizio alla piazza d'armi di Airolo. La signorina Giuseppina Rossi, figlia del proprietario di quel locale pubblico condivise ben presto l'idea del dr. Tognola e la propagò fra amici e conoscenti. Fu così che il 24 ottobre 1905 si iniziava ,diretto dallo stesso dr. Tognola, il primo corso di istruzione per samaritani. Il 20 gennaio 1906 il corso si concludeva e il giorno dopo, i 26 partecipanti si riunivano in assemblea e fondavano la prima società dei samaritani Airolesi della quale nominavano il comitato composto dai signori

Emilio Beffa                 Presidente
Giuseppe Zoppi        Vice presidente
Ester Ramelli                Segretaria
Giuseppina Rossi       Cassiera
Michele Rosselli          Intendente del materiale
Faustino Tenconi       Membro aggiunto

Una settimana più tardi il 28 gennaio 1906 una nuova assemblea dei soci discuteva e approvava gli statuti della società. Già allora si stabiliva che la società entra a far parte della società svizzera dei samaritani e nel medesimo tempo è membro della società svizzera della Croce Rossa.

Singolare è il tenore dell'articolo 10 dello statuto che mostra quanto i doveri sociali fossero presi sul serio: "si terrà controllo della frequenza agli esercizi e alle assemblee per parte dei soci attivi. Ogni mancanza non giustificata sarà punita con ct. 10 di multa, ogni scusa per essere presa in considerazione deve essere inoltrata al più tardi entro 8 giorni dall'avvenuta mancanza, per iscritto e ben motivata."

            Resoconto di Pedrini Erminia samaritana - settembre 1972

Cronologia :

 

1907

il dr. Tognola impartiva ben 7 lezioni teorico-pratiche e organizzava pure un esercizio all'aperto nei pressi dell'arsenale.

1908

Nuovo corso per samaritani con ammissione nella sezione di 28 nuovi soci attivi.

Un'assemblea straordinaria del 13 marzo 1908 approva una spesa di fr. 460.- per l'acquisto di materiale sanitario, tra l'altro una carrozzella per il trasporto di feriti, una borsa sanitaria di montagna. Era però necessario contrarre un debito di 30.- fr.. Allo scopo di fornire la cassa della società ogni anno veniva organizzata una festa sociale con lotteria il cui utile netto si riduceva però a ben poca cosa, fr. 21.65 nel 1909, fr. 71.30 nel 1910.

1909

Malgrado l'esigua disponibilità di mezzi si elargiva 25.- fr. per i danneggiati del terremoto di Calabria e fr. 25.- per gli sfortunati di Nax in Vallese.

1914

Allo scoppio della guerra mondiale, dietro invito della Croce Rossa, la società metteva a disposizione il suo materiale e si incaricava di una colletta in denaro e beni in natura a favore dei militi svizzeri bisognosi. Già il 22 agosto si constatava una raccolta di 960.- fr, compreso l'importo raccolto nel comune di Bedretto. Tra i beni di natura figuravano 97 lenzuola, 46 camice, 60 paia di calze, 6 paia di mutande, 25 asciugamani, 17 federe, 4 coperte e altro ancora.

1918

La sezione samaritani di Airolo venne invitata dal comitato centrale della Croce Rossa a delegare 5 samaritani per accompagnare da Buchs a Chiasso un treno di prigionieri italiani in Austria che venivano rimpatriati perchè gravemente ammalati di tubercolosi.

1941

Il dr. Giacomo Bonetti, medico condotto del borgo tenne un corso samaritano frequentato da un numero primato di partecipanti un'ottantina. Per le lezioni pratiche si dovettero formare 4 gruppi istruiti da due monitori e da due aiutanti monitori.

Alla riorganizzazione della società oltre all'opera del medico e dei monitori contribuì molto il consiglio e l'incoraggiamento del signor Enrico Marietta delegato della federazione svizzera dei samaritani per il Ticino e la Mesolcina il quale più volte presenziò alle nostre assemblee e riportò la sua parola di incitamento e di fede nella causa samaritana.

1950

Grazie all'aiuto del comune si potè usufruire di un locale adibito a posto samaritano nel palazzo scolastico.

 

1951

In occasione della valanga del 12 febbraio con 10 morti, i samaritani aiutarono nell'opera pietosa di composizione delle salme. Tra gli altri si distinse la samaritana Evelina Fehlmann.

1955

Si decise di dotarsi di un vessillo sociale che è tutt'ora in funzione.

Il servizio ambulanza

Per tenere il passo con i tempi un altro problema domandava una soluzione con grande evidenza, quello del trasporto degli ammalati e dei feriti sempre più numerosi. Dopo laboriose trattative si giungeva all'acquisto della prima, semplice autolettiga con il sussidio dei comuni di Airolo, Bedretto e Quinto. Si dovette organizzare il servizio di picchetto per autisti e samaritani.

 Nel 1956 furono eseguiti 57 viaggi.

 

Dopo l'esperienza di vari anni la prima vettura (furgoncino VW) si rivelò non abbastanza efficiente particolarmente nei trasporti sulle strade di montagna con una certa pendenza. Si prospettò allora di acquistare un veicolo più rispondente ai bisogni della nostra zona. Col contributo dei comuni dell'alta Leventina oltre che di altri enti pubblici e privati, nel 1963 si potè passare all'acquisto di una seconda vettura, una Mercedes, adattata alle esigenze della sua funzione dalla carrozzeria Rizzi di Giubiasco.

La vecchia VW fu tenuta come riserva. Per rendere sempre più tempestivo il servizio autolettiga nel 1966 lo si dotava di un impianto di apparecchi radio ricetrasmittenti con il quale ad ogni momento del giorno e della notte si poteva mobilizzare l'autista e la samaritana di picchetto.

Nel 1969 si sostituì la vecchia ambulanza VW con una nuova ambulaza Mercedes 230.

La centrale Ritom delle FFS a Piotta ha svolto dal 1978 al 1994, anno in cui iniziò l'attività di Ticino Soccorso 144, l'encomiabile attività di centrale operativa a titolo pienamente volontario.

1966

Nel febbraio tragedia di Stabiascio che vide all'opera oltre alle due samaritane che accorsero sul posto della sciagura una folta schiera di samaritani che nella camera mortuaria si occuparono della preparazione dei 14 operai caduti vittime del gas malefico nella galleria per adduzione dell'acqua da Cruina a Robiei.

1989

Nomina del presidente della società samaritani di Airolo all'assemblea ordinaria martedì 02 maggio 1989 (dr.med.Fabio Fransioli)

05.05.1989 prima riunione del comitato, in tale occasione vengono pure lette le dimissioni del vicepresidente dr. Albino Bronz e della samaritana Schober Hanny.
In comitato siedono Weinmann Antonnella segretaria, Brasi Ettore responsabile servizio ambulanza, Guglielmini Sandro responsabile picchetti e materiale, Guglielmini PierGiorgio cassiere, Bolis Luciano vicepresidente-monitore, Fabbris Irma alfiere e aiutosegretaria.

 

1990

-          Eseguiti 185 trasporti.

 

1991

-          Terminato con successo corso brevetto A con sei nuove leve.

-          Terminato con successo il corso per monitori svolto da Sandro Guglielmini presso la  FCTSA.

-          Termine del contratto con il milite signor Alampi Fortunato

-          Aprile 1991 nomina della segretaria signora Pellegrini Giuliana

-          Procapite 4,50 fr.

-          189 interventi

-          Sospensione dell'attività servizio ambulanza di Faido per inadempienza dei criteri minimi richiesti - decisione notificata dal DOS su proposta FCTSA.

 

 

1992

-          Sono stati eseguiti 198 trasporti

-          Convenzione con i comuni per il convenzionamento del servizio ambulanza con Prato Leventina e Dalpe.

-          Direttive della FTCSA per quanto concerne i criteri di qualità (prontezza d'intervento, formazione del personale, intervento con 3 soccorritori).

-          Assunzione dell'assistente geriatrica signora Fabbris Marie Claire

-          Termina l'attività di soccorritore volontario Guglielmini Piergiorgio, per anni attivo quale soccorritore volontario-autista

-          Acquisto nuova ambulanza.

-          Installazione presso la stalla del signor Andrea Filippi a Brugnasco dell'antenna per l'impianto ricetrasmittente.

-          Incidente della Valanga a Ravina (19.03.1992).

-          24 luglio 1992 incidente alla Nüfenen.

-          Eseguiti 258 interventi.

-          Assunzione a tempo parziale del milite Fasola

-          Secondo studio della Federazione ambulanze(FCTSA) si prevedevano  a Biasca 5 ambulanze e 3 ad Airolo con equipaggio operativo completo.

1993

-          Acquisto defibrillatore Lifepack per un preventivo di 10'000 fr.

-          Sottoscrizione della convenzione dei comuni convenzionati retroattiva al 01.01.1992.

-          Un servizio con equipaggio con defibrillatore presso la pista di ghiaccio dell'HCAP.

-          Giugno 93 termine corso brevetto A.

-          Affitto due camere presso la ditta Tenconi per le esigenze dei soccorritori professionali.

-          Attività del sottoscritto presso la commissione istituita dal Consiglio di Stato per l'elaborazione della nuova legge sanitaria (impegnato nella difesa per il mantenimento di un centro operativo ad Airolo).

-          Gruppo di studio per valutare le esigenze di un ente ambulanza attivo nell'alta e media Leventina, con la partecipazione finanziaria dei comuni della media Leventina.

-          Partecipazione del nostro servizio ambulanza al meeting aereo di Ambrì.

-          Sono stati effettuati 266 interventi.

-          Il servizio ambulanza di Faido ha cessato l'attività per inadempienza dei criteri minimi di qualità.

-          Procapite di 10.- fr.

 

1994

-          Preparazione delle infrastrutture radiotelefoniche per il numero 144.

-          Sono stati eseguiti 353 interventi per un complessivo di 34'220 km, con una media di circa 2 h e 26 min per intervento.

-          la centrale 144 ha iniziato l'attività.

-           Termina così l'attività gratuita svolta dalla centrale FFS Ritom, attiva dal 1976.

-          353 interventi

 

1995

-          Aprile 1995 - assemblea società samaritani con partecipazione dei rappresentanti del comitato promotore per un servizio ambulanza a Faido (Bosia Roberto).

-          Giugno 1995 esami finali della soccorritrice professionale Marie Claire Fabbris (prima soccorritrice professionale stipendiata dalla società samaritani di Airolo per l'ottenimento del diploma professionale).

-          Proposto come rappresentante dei comuni all'interno del comitato del servizio ambulanza, per la media Leventina il signor Bruno Grassi e per l'alta Leventina il signor Gobbi Livio.

-          Il 1 settembre 1995  tragico incidente sull'autostrada a Piotta che ha costato la vita al nostro monitore e membro di comitato Sandro Guglielmini.

-          Hanno terminato la loro attività di soccorritrice volontaria dell'ambulanza dopo anni di impegno la signora Ramelli Elide e la signora Frattini Milena.

-          Sono stati eseguiti 454 interventi per complessivi 44'115 km.

-          Ottobre 95 attività in seno al comitato del signor Valerio Jelmini che viene formalmente nominato nell'assemblea del 24 aprile 1996.

-          1994-1995 la media Leventina è stata servita anche dal servizio ambulanza di Bodio e Biasca.Pproblematica di gestione della media Leventina con intense discussioni con il servizio di Biasca.

-          454  interventi.

 

1996

-          partecipazione al meeting aviatorio di Ambrì.

-          Blocco del personale da parte del D.O.S.

-          Sono stati eseguiti 481 interventi per un complessivo di 40'887 km.

-          61 riunioni prevalentemente serali di comitato e riunioni varie.

 

1997

-          Viene acquisito in affitto l'ufficio al 1.o piano presso il sedime dei fratelli Marchetti per l'installazione dell'ufficio con il supporto informatico.

-          Interventi nel 1997 sono stati 484.

-          Procapite di 21,30 fr.

 

1998

-          Dassié Valeria collabora con il cassiere Guglielmini Piergiorgio per le registrazioni contabili.

-          È stato possibile trovare l'inserimento del servizio ambulanza presso il centro di manutenzione ad Airolo.

-          Preparativi per la creazione di un soccorso Tre Valli, creare una collaborazione con Biasca per gestire al meglio i soccorritori professionali e volontari.

-          Le direttive della federazione(FCTSA) prevedono la presenza su ogni ambulanza di almeno un soccorritore professionale diplomato.

-          Dal gennaio 1998 stazionamento di un'ambulanza presso l'ospedale distrettuale di Faido.

-          Procapite 10.- fr. (grazie all'introduzione delle nuove tariffe).

 

1999

-          Valutazione della Federazione che prevede 3 ambulanze per le Tre Valli, una stazionata a Biasca, una ad Airolo ed una per i trasferimenti durante il giorno.

-          Innumerevoli riunioni con il servizio di Biasca per l'istituzione di Tre Valli Soccorso.

-          27.10.99 assemblea straordinaria per aderire formalmente a Tre Valli Soccorso e scorporare la gestione del servizio ambulanza dalla società samaritani di Airolo.

-          Dicembre 99 la gestione del servizio ambulanza viene chiusa e si prepara una chiave di riparto per i comuni convenzionati per il rimborso di 172'000 fr. derivanti dei vari conti attivi, in particolar modo ammortamenti e conto corrente postale.

 

2000

-          Febbraio 2000 vengono versati 40'000 fr. alla cassa di Tre Valli Soccorso per il pagamento degli ex soccorritori stipendiati dal servizio ambulanza di Airolo.

-          Al primo gennaio 2000 la gestione del servizio ambulanza viene affidata a Tre Valli Soccorso con centro amministrativo a Biasca e sede operativa presso il centro di manutenzione di Airolo dove oltre all'ufficio sono disponibili 3 camerette con i relativi servizi.

-          Nuovo capo servizio dal 01.06.2000 è stato nominato per Tre Valli Soccorso il signor Stefano Dell'Orto, soccorritore professionale, all'interno del comitato di Tre Valli Soccorso sono presenti oltre al sottoscritto il signor Luciano Bolis.

-          In segno di riconoscenza a tutti i samaritani e ai soccorritori del servizio ambulanza di Airolo, viene regalato un apparecchio automatico per la misurazione della pressione.

-          Decade la convenzione con le strade nazionali in quanto è stata ridefinita direttamente tra la federazione delle ambulanze ed il centro di gestione della Galleria del San Gottardo per un importo di 80'000 fr. annui.

-          Esercizio congiunto all'interno della Galleria del San Gottardo con coinvolgimento pure dei samaritani di Göschenen e Gurtnellen.

-          Istituita la misurazione della pressione, mensile e gratuita, inizialmente presso la sede dell'ambulanza, garage Marchetti.

-          Vengono nominati soci onorari Piergiorgio Guglielmini attivo dal 1987 dapprima come soccorritore-autista ed in seguito come cassiere, Luciano Bolis dal 1976 come soccorritore volontario, istruttore e membro di comitato, Ettorino Brasi dal 1979 come soccorritore-autista e membro di comitato e responsabile operativo del servizio ambulanza.

 

2001

-          il controllo della pressione arteriosa avviene presso l'atrio delle scuole comunali.

-          In dicembre viene riconsegnato sia l'ufficio che il garage ai fratelli Marchetti e viene regalata l'antenna esterna.

 

Tre Valli Soccorso:

con l'avvento della professionalizzazione e parimenti l'innalzamento dei criteri di qualità nel soccorso preospedaliero abbiamo riscontrato soprattutto negli ultimi anni un progressivo calo del personale volontario con la dovuta preparazione con difficoltà nel sopperire il personale diplomato, inizialmente formato dal 1989 presso la scuola della federazione cantonale ticinese servizi ambulanza(FCTSA) e dal 1999 sotto la direzione della scuola infermieri del canton Ticino.

Per garantire degli interventi con la presenza su ogni ambulanza di almeno un soccorritore diplomato e per evitare dei costi di gestione sempre più onerosi che avrebbero portato un procapite per il comprensorio da noi servito a dei livelli proibitivi, con il sostegno della FCTSA e in collaborazione con il servizio ambulanza della società samaritani di Biasca siamo giunti alla necessità di unire le forze presenti sul territorio delle Tre Valli con la costituzione di un ente ambulanza unico, Tre Valli Soccorso, che è diventato operativo a partire dal 01 gennaio 2000.

Dopo approfondite valutazioni e non sempre facili discussioni si è convenuto di istituire un'unità gestionale unica a Biasca ed uno stazionamento operativo ad Airolo (presso il centro di manutenzione autostradale) e a Biasca .

Per ottemperare i criteri di qualità richiesti dall'interassociazione di salvataggio IAS è stato necessario grazie al sostegno dell'FCTSA mobilizzare del personale diplomato qualificato dagli altri enti del cantone e dalla centrale operativa 144. Nel mese di ottobre 2000 è pure stato reso operativo lo stazionamento di due ulteriori veicoli Rendez-vous, oltre a quello già presente a Biasca, stazionati ad Airolo e ad Olivone per il sostegno medico.

 

Logistica:


Il 03 ottobre 1908 viene sollevato il problema di un locale per il deposito del materiale che verrà finalmente trovato nell'abitazione del signor Serafino De Agostini che per un certo tempo lo metterà a disposizine gratuitamente.

Locale presso le scuole comunali messo gentilmente a disposizione dal comune. Locale presso casa Forni,

Garage Marchetti fino al 31.12.2001

Dal 2002 presso l'asilo comunale.

 

Presidenti società samaritani                                            


Emilio Beffa, dal 1909 sino al 1910  
Silvio Pedrina, dal 1910 al 1915 Cesare Tonella, dal 1915 al 1919 Teodoro Beffa ed inoltre dal 1946 al 1964, dal 1964 Federico Bernasconi in seguito Michele Zanetta, Paolo Boscolo, Franco Bottini, dal 1981al 1989 Brasi Ettore junior, dal 1989 dr. Fabio Fransioli sino al 29 maggio 2002 dal 30 maggio 2002 il dr. Paolo Meregalli sino al 2008. Dal 2009 Luciano Bolis.

 

Soci onorari:


Il dr. Tognola, pioniere del nostro movimento, il ten. Col. Richenbach (per il suo dono di materiale sanitario), nel 1916 il signor Teodoro Beffa presidente della società dal 1915 al 1919 e nuovamente dal 1946 al 1964 e arteficie della dotazione alla sezione delle prime due autolettighe. La signora Maria Pervangher-Rosselli, attivissima vicepresidente per numerosi anni, Ancilla Ardia, Berta Burghener, Evelina Fehlmann, Ettore Brasi Junior, Guglielmini Pier Giorgio, Bolis Luciano e dr. Fabio Fransioli.

 

Medici della sezione.

Il dr. Cornelio Tognola, il dr. Pio Cattaneo, il dr. Giocondo Bonetti, il dr. Ermanno Zoppi, il dr. Franco Jori, il dr. Albino Bronz, il dr. Fabio Fransioli e il dr. Paolo Meregalli.

 

Il presente riassunto è stato redatto dal dr. Fabio Fransioli sulla base del riassunto della samaritana signora Pedrini Erminia del settembre 1972, dei verbali di comitato e con la collaborazione di Bottini Franco, Brasi Ettore junior , Bolis Luciano e Bettosini Rodolfo.

Airolo 6.1.2010