Bild: Panorama_3715

La meravigliosa capanna Piansecco

Valle Bedretto

Testo di Ely Riva e Luca Bettosini
Foto di Luca Bettosini

Si ringrazia la rivista Vivere la Montagna da cui è stato tratto questo articolo per la preziosa collaborazione.

La regione di Piansecco si adatta perfettamente anche ad escursioni con bambini; infatti, la capanna si raggiunge con facilità da All'Acqua e da qui si possono effettuare belle escursioni nei dintorni. Per i più preparati a pochi metri dalla capanna è stata chiodata una palestra di arrampicata con vie facili, adatte per i bambini. Chi desidera arrampicarsi su vie impegnative con un granito da favola - paragonato a quello del monte Bianco è ha a sua disposizione la parete del Poncione di Ruino.

 
Da questa capanna si entra nel paradiso degli scalatori dove le cime superano i tremila metri.

Laghi nella zona:

Laghetto delle Pigne (1'614 m.)

È un laghetto che si trova sotto le rocce che uniscono il Poncione di Manío (2'924,5 m.) e il Poncione di Cassina di Baggio (2'860 m.). È d'origine glaciale con una superficie di 5'000 m2.
Il nome del laghetto deriva dall'antica Cava delle Pigne (2'350 m.), situata poco sopra il laghetto.

Lago del Chüebodenhorn (2'600 metri circa)

È un laghetto che si è formato di recente a causa del ritiro del ghiacciaio del Chüebodenhorn: si può ammirare in estate sul versante nord.

Lago del Pizzo Rotondo (2'700 metri circa)

È un laghetto che si è formato di recente a causa del ritiro del ghiacciaio del Pizzo Rotondo. È situato in una zona grandiosa.

Cime da conoscere:

Pizzo Rotondo (3'192 m e 3'155 metri circa)

È la montagna più alta tra il Furkapass e la Novena. È molto conosciuta in quanto permette diversi itinerari escursionistici, alpinistici e di sci alpinismo. Tre ghiacciai lo circondano, rendendolo ancora più affascinante. Ai suoi piedi, nel versante nord-est, si è da poco formato un laghetto a causa del ritiro del ghiacciaio. È raggiungibile in circa 3 ore e ½ dalla capanna Piansecco; in circa 3 ore dalla capanna Rotondo. Le sue acque si gettano nel Ri di Gallinoso e in seguito nel Ticino tra Ronco e All'Acqua (Val Bedretto). Il Pizzo Rotondo con i suoi 3192 metri rappresenta la maggior elevazione del gruppo di montagne che si erge tra la Val Bedretto a S e la Urseren a N. La sua salita scialpinistica è possibile sia dal versante meridionale attraverso la Capanna Piansecco sia da N attraverso la Rotondohütte. In entrambi i casi si tratta di itinerari pregevoli. Il tratto alpinistico finale, con la risalita del bel canalone nevoso, aggiunge qualche cosa in più a questa escursione scialpinistica. La salita dalla Val Bedretto è un itinerario impegnativo sia per il dislivello sia per il terreno su cui si svolge, caratterizzato da ripidi pendii che richiedono sicure condizioni del manto nevoso.

Poncione di Ruino, Torre (2'669 m)

È una stupenda piramide che si presta molto bene ad arrampicate da sogno.

Gerenhorn (3078 m)

È una piccola elevazione dentellata che si erge dalla cresta del Pizzo Rotondo. Si raggiunge in circa 5 ore da Ronco o da Bedretto.

Poncione di Cassina Baggio (2'860 m e 2'814 m)

Tutta la cima di questo paradiso degli scalatori si trova interamente in territorio ticinese, infatti, il confine non segue la cresta, ma ne resta al di sotto tagliando il ghiacciaio del Chüebodengletscher.

 
Poncione di Maniò (2'834 m - 2'919 m - 2'924 m - 2'880 m)

Possiede ben quattro vette che offrono scalate da sogno agli arrampicatori.
Ghiacciaio del Chueboden (3'069,9 m)
(Chuebodengletscher): a sud del Chuebodenhorn e ad ovest del Poncione di Cassina di Baggio, da 2680 a 2800 m. Le sue acque si gettano nel Ri dell'Acqua e in seguito nel Ticino ad All'Acqua (Val Bedretto).

Alpeggi ancora caricati:

Alpe di Cruina (2'003 m) caricato il 27 giugno 1996.


Il formaggio prodotto è il "nostrano semiduro grasso" che porta la dicitura "CRUINA". Per informazioni rivolgersi a: Simoni Augusto, 6742 Pollegio, tel. 091/862 49 91.

Itinerario

Il nuovo sentiero fa parte della rete cantonale dei sentieri (bianchi e rossi) ed è lungo 2'225 metri su un dislivello di 360 metri con una pendenza media del 16%. Con l'inaugurazione avvenuta nell'estate del 2007, il CAS Bellinzona e Valli, a cui sono stati affidati i lavori di realizzazione, e lo Stato del Canton Ticino hanno voluto mettere un accento particolare sulla realizzazione di un percorso accessibile a tutti ed eseguito in un meraviglioso ambiente alpino.La capanna Piansecco è una fra le più belle capanne alpine ticinesi ed è situata in Val Bedretto in un ambiente alpino di grande suggestione ai piedi del Pizzo Rotondo. Il nuovo sentiero di accesso è stato terminato nell'agosto 2006, facilmente praticabile anche da famiglie con bambini. È stato inaugurato il 19 giugno 2007 ed io ero presente per il servizio fotografico.

Da All'Acqua si prende il sentiero marcato che parte tra il ristorante e la piccola cappella. Il primo tratto è abbastanza ripido e si attraversa un bosco di larici e di rododendri. È tutto un belvedere verso il fondovalle su un bel sentiero ricco di flora. A metà strada è interessante osservare sul lato opposto della nostra direzione di marcia, il Passo San Giacomo (2'313 m) con il Pizzo San Giacomo (2'924 m). Si entra poi nel vallone del Ri dell'Acqua che si percorre sul lato destro orografico e giunti a metà di questo vallone si attraversa il torrente e si continua. Il sentiero porta attraverso i larici, che a poco a poco vanno a diminuire fino a intravedere la bella capanna Piansecco, attorniata da alcuni larici maestosi. Si tratta di una salita di poco più di un'ora, facile e adatta a tutti.

Capanna Piansecco

Altezza: 1'988 metri
Ubicazione: Valle Bedretto
Coordinate: 679.300/149.750
Cartina: 1:25.000 foglio numero 1251 Valle Bedretto
Proprietario: CAS Bellinzona e valli
Telefono: +41 (0) 91 869 12 14
Guardiano: Enrica Vicari-Vella, 6781 Bedretto, presente da giugno ad ottobre, tel. 079 312 83 86, fax 091 869 18 94, email: enrica.vella(at)bluewin.ch
Apertura: Sempre aperta
Prenotazioni: Direttamente al guardiano
Sito internet: www.casbellinzona.ch

La capanna è un nuova costruzione del 1995 in muratura e legno, soggiorno per 48 persone, 2 cucine a legna, 44 posti ripartiti in 4 dormitori da 10 posti ed uno da 4 posti. Doppi servizi igienici all'interno con doccia, essiccatoio, locale separato per il guardiano, terrazza e piazzale esterno con tavolo e fontana. Il riscaldamento è a legna; acqua corrente in capanna; in assenza del guardiano cucina invernale a legna completa di utensili; illuminazione con pannelli solari e turbina; bibite a disposizione anche in assenza del guardiano.
La capanna, posta su una morena e riparata da larici, è dominata da una serie di pareti e guglie che affascinano gli arrampicatori, i quali prediligono questa zona per cimentarsi in difficili arrampicate sul granito liscio e compatto. L'aria è pura perchè scende dai ghiacciai soprastanti, mentre alla quota della capanna vi sono ameni pascoli solcati da torrenti e laghetti. Essa è il punto di partenza di molte attività alpinistiche ed escursionistiche. Nel 1998 è stato inaugurato il sentiero che dal Passo del San Gottardo porta al Passo della Novena, passando dalla capanna di Piansecco.
In inverno vi sono svariate cime da salire con gli sci: tra queste domina il Pizzo Rotondo, che grazie alla sua forma ed alla sua quota è la vetta principale della Valle Bedretto.

Scheda tecnica

Difficoltà: T2
Partenza
All'Acqua (1'614 m)
Arrivo
All'Acqua (1'614 m)
Dislivello in salita: 374 metri in circa 1 ora
Dislivello in discesa: 374 metri in circa 35 minuti